canibastardi.it

“To infinity … and beyond!”

roberto.banchini 25 maggio 2013 America, Infiniti Nessun commento
toinf-be

“To infinity … and beyond!”

“Inside the museums, infinity goes up on trial….”

Bob Dylan

Vision Of Johanna

Puo sembrare strano sentire un cane bastardo parlare dell’infinito,anche perché  un vero bastardo  vive senza farsi troppe domande e raccogliendo tutto il succo della vita senza perderne un goccio,ma il bastardo ha anche bisogno di vivere una vita senza certezze e senza sapere quanto lungo il suo tragitto potrà essere,quindi l’infinito e i bastardi sono come un buon vino e la bocca secca che se lo berrà senza perderne un goccio…una buona accoppiata.

Quando penso all’infinito la prima cosa che mi viene in mente è; ma esiste l’infinito?

Tutto in questa vita finisce e muore e come puo esserci una cosa che non finisce?

Poi penso da bastardo e realmente credo che l’infinito non esista in nessun caso, e mi viene in mente che forse l’infinito e non conoscere hanno lo stesso significato.

I Don’t know….

Si quello,amico…

Diciamo che l’universo è infinito,ma realmente sappiamo che è cosi?Io credo di no.

E quello che mi affascina  ancora di più di tutto questo, e proprio la non conoscenza e consapevolezza, e il poter dire non lo so a i miei figli.

E che cavolo scoprilo da te ,e se ti dico tutto io che gusto hai?

Come quando fai un viaggio e hai già visto tutto con Google,e che sorpresa c’è?

A questo punto non posso non ricordare il viaggio che intrapresero i miei nonni paterni verso l’America nel 1913 quello si che era un viaggio infinito,senza sapere cosa li avrebbe aspettati al di la di quel  mare immenso.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ottobre 1913, Nave Imperator,porto di Cherbourg, Francia,destinazione Ellis Island New York, insieme ad altre migliaia di persone che varcavano l’oceano in cerca di fortuna e lavoro ,vi erano anche i miei nonni Banchino e Assuntina ,mio nonno aveva fatto una promessa alla sua giovane moglie ,che dopo sposati sarebbero partiti per l’America ,e l’aveva mantenuta.

Io in questo viaggio ho sempre visto , una dose di coraggio e di onore che mi è sempre stato difficile riconoscere nel mio mondo  bastardo…l’avventura di quel viaggio alla ricerca di una fortuna in una terra che  non conoscevano assolutamente e senza l’assoluta cognizione di quando sarebbe potuto finire quel viaggio e dove,e si quello lo ho sempre considerato un viaggio verso l’infinito.

Il viaggio di mio nonno e nonna  si fermo poi in Holmes Street a Kansas

City Missouri fino al 1932,prima di rifar ritorno qua in Toscana un pò per nostalgia e per la grande depressione che attanagliava l’America,loro non potevano sapere che qua avrebbero ritrovato l’infinito della seconda guerra mondiale e i due pazzi Adolf e Benito ad aspettarli….

Caro Buzz Lightyear a me non mi è mai interessato arrivare all’infinito…ma per l’Oltre ti ho sempre un pò invidiato….

Roberto”Cagnaccio Bastardo”Banchini

Like this Article? Share it!

About The Author

Leave A Response